15/12/14

Cambiare linea di vita

Uno studente di Qigong che cercava di guarire da gravi infermità attraverso la pratica, chiese al suo maestro "Quando guarirò dalle mie infermità con il Qigong?" , il maestro rispose "forse mai....", al che lo studente indignato replicò "allora perchè dovrei continuare a praticare?" , e il maestro rispose "perchè potresti guarire da un momento all'altro!"

In queste poche righe c'è la risposta a tutti coloro che negli anni hanno fatto a me, a sè stessi e ad altri la domanda "perchè pur facendo le pratiche, gli esercizi, le visualizzazioni, i riti e i mantra, perchè pur mettendomi nella risonanza del cambiamento, perchè pur avendo fatto tutto ciò che c'era da fare, la mia vita non è cambiata?". Quando decidi di cambiare la linea di vita e di farlo con strumenti della coscienza, l'atteggiamento più auspicabile è proprio quello suggerito dal maestro di cui sopra.
Molto spesso la linea di vita non si sposta per mancanza di fermezza, di decisione, e di costanza. Manca quella consistenza di intenzioni che permette alla tua linea, alla fine, di scivolare verso altre mete. Spesso getti la spugna poco prima che le cose inizino a cambiare, e molto spesso sei troppo preoccupato di constatare se stiano cambiando oppure no. L'approccio suggerito per i maghi erranti è: "per piacere distaccatevi da ogni risultato!". Decidi (perchè di una semplice decisione si tratta..) che pouoi riuscire a essere pace, quiete, equanimità anche senza il tuo tanto desiderato obiettivo. Stai andando verso il tuo scopo, qualunque esso sia, e cerchi di portare nella realtà la tua materializzazione, ma sei sereno interiormente anche se questo non dovesse mai avvenire.
La tua linea di vita cambierà, sia che la 'cosa' desiderata arrivi, sia che non arrivi, ma cambierà in virtù del lavoro che hai fatto, piuttosto che dell'ottenimento.
Un ultimo appunto: molto spesso la linea di vita non cambia perchè siamo segretamente affezionati ai nostri mali, sia fisici che mentali. Usiamo il dolore come una maschera e un vestito col quale presentarci al mondo, e ci sentiamo importanti attraverso di lui . Molto spesso la linea di vita non si sposta perchè per molti di noi è comodo stare male. Anche qui, l'unica soluzione rimane una ferma e irrevocabile decisione di abbandonare ogni lamento, ogni tentativo di esibire il proprio dramma, di parlarne e di condividerlo. Solo così si può smettere di dargli attenzione ed energia e permettere alla linea di vita di scorrere verso altre destinazioni.

2 commenti: