30/08/14

Cambiare vita, il Transurfing che non funziona e la curiosità

Tra le illusioni che la letteratura new age, fra legge di attrazione e altre trovate, ha inculcato nella testa delle persone ce n'è una che mi ha colpito per la sua difficoltà ad essere riconosciuta. Il fatto che cambiare la realtà e cambiare i pensieri sia una roba semplice, da fast food. Considerando che esistono scienze come lo yoga e la meditazione che cercano di insegnarti a gestire la mente con anni di esercizi, non mi sono mai capacitato di come certi autori possano aver avuto il coraggio o la sprovvedutezza di veicolare il messaggio che cambiare la propria mente e quindi la propria vita sia un gioco da ragazzi. Fu molto più onesto Hew Len a dirci tanti anni fa che fare questo lavoro di pulizia 'it's hard and tedious, and you'll be quitting it many many times' (è duro e noioso e lo abbandonerai molte, molte volte). E questa credenza che debba essere tutto facile, che debba essere tutto amore e sorrisi, è una di quelle che porta la gente a convincersi di fare un lavoro (che non sta facendo) e a smettere di lavorare su se stessa per cambiare la propria vita quando le cose non vanno come loro vorrebbero (che sarebbe proprio il momento in cui dovrebbero lavorare e applicare i cosiddetti princìpi)... sono quelli che ti dicono con sorrisetto sardonico 'io ci ho provato ma non funziona...'. E' quel genere di persone che ha provato ad attrarre la macchina, il lavoro o addirittura una somma di denaro facendo qualche visualizzazioncina, un po' di affermazioni, due o tre Ho'oponopono a colazione pensando di aver creato chissà quale spostamento sulla linea di vita. Giorni fa mi confrontavo con un collega su quanto certi princìpi siano saldi e quanto invece alcuni abbiano dimostrato la loro fallacia, mentre commentavamo un testo irreperibile in Italia dal titolo 'A Course in Materialization', nel quale l'autore (anonimo) raccoglie 700 pagine di scritti della vecchia generazione di autori di metafisica realizzativa e ne sottolinea l'approccio nettamente differente e più integro rispetto alla quasi totalità di quelli moderni. Solo per l'introduzione di questo testo varrebbe la pena imparare l'inglese per poterla leggere. In essa l'autore dice chiaramente che alcune leggende della nuova generazione di autori  (tipo che l'inconscio non senta il 'non' oppure che bisogna spendere per dimostrare di non essere attaccati ai soldi) sono vere e proprie stupidaggini e che uno dei principali motivi per cui le persone spesso non riescono a far funzionare i princìpi è che non si applicano abbastanza, o abbastanza a fondo, o abbastanza a lungo; che ci sono persone più motivate a farlo e altre meno, e che materializzare è né più né meno che un'arte, e come tale va padroneggiata con esercizi, disciplina e pratica. Gli autori 'antichi' (parlo di gente come Prentice Mulford,  Throward, Geevieve Behrend etc. molti dei quali depredati per 'the secret') sottolineavano questo aspetto di disciplina molto più dei sorridenti venditori di oggi, ti mettevano a fronte del fatto che è come imparare un nuovo sport e c'è da faticare, e tanto. E così è, in effetti. Lo stesso concetto lo si ritrova nel Transurfing quando Zeland spiega che spesso le cose sono davvero semplici, ma bisogna insistere a volte anche per anni finché la cosa non inizi a funzionare e che molti, troppi si stancano prima del tempo, e abbandonano per pigrizia. Poi, esiste questa spinosissima questione del 'non so quel che voglio'...questa piaga psicologica costituisce una delle scuse con le quali spesso e volentieri giustifichiamo il nostro permanere in una situazione stagnante, pesante e pur tuttavia in qualche modo comoda. Anche qui devo ahimè sottolineare un aspetto di semplice pigrizia delle persone che si fregiano del titolo di 'coloro che non sanno ciò che vogliono'. E il fatto è che se non sai quello che vuoi l'unica soluzione è rimboccarti le maniche e cominciare ad esplorare il tuo mondo e a vedere quello che ti piace e quello che non ti piace. Ti tocca uscire, muoverti, esplorare, allargarti e provare a fare. Quando non sai cosa vuoi è perché ti mancano dei dati nel subconscio e quei dati non possono venirti che dall'esperienza perciò 'alzati e cammina' e cerca nel mondo quello che ti ispira, quello che ti fa stare bene, quello che ti entusiasma...quel qualcosa non verrà mai a cercarti di sua spontanea volontà. A mio parere il miglior antidoto a questi mali è la curiosità, una curiosità estrema insaziabile, una attenzione per il reale e il presente che può essere sviluppata e sostenuta solo da chi ha realmente a cuore di vivere una vita intensa. E la curiosità, incidentalmente è anche un rimedio risolutivo per una serie di paure, piccole medie e grandi, dalle quali siamo infestati. Per cambiare mente e cambiare vita devi introdurre continuamente cose nuove, devi crescere, in ogni senso e modo possibile, e soprattutto devi lavorare duro al tuo interno per rettificare i miliardi di storture a cui vai incontro giornalmente ma anche una o due volte l'ora...e prima di dirmi che il Transurfing non funziona chiediti, ad esempio, quanto sono riuscito a non odiare la mia realtà oggi? Quanto sono riuscito ad amarla ancor prima che a volerla cambiare?  Quanto sono riuscito a rimanere imperturbabile? E quanto il mio osservatore è stato attivo in 24 ore? Vedrai che le risposte a queste domande saranno abbastanza sconfortanti... ecco perché il Transurfing non ti funziona!

26/08/14

Sì ma... come si fa?? Un sunto di tecniche per mettere in pratica quello di cui abbiamo parlato finora

Questo post rappresenta un tentativo di rispondere alla domanda 'come si fa???', quella che ricevo più spesso in merito agli argomenti di questo blog.




L'elenco che vi presento serve a fare un sunto della situazione ad oggi rispetto a quello che ho potuto esplorare come 'tecniche' e 'insegnamenti' negli ultimi 10 anni e che hanno superato il test del tempo e dell'efficacia.



a) Per il rilassamento, la meditazione, la concentrazione che sono le prime cose in assoluto con cui dovete impratichirvi per poter far funzionare qualunque altro strumento:



- Il metodo Silva, a mio modesto parere il miglior corso disponibile in Italia per lo sviluppo psichico e il controllo della propria mente. Se avete la possibilità di farlo a Torino con Roberto Favro ve lo consiglio caldamente. Esistono due testi in italiano sul metodo Silva l'unico che consiglio è "Guarisci te stesso" di Josè Silva e Robert Stone, ma il libro non è, ahimè, altrettanto efficace come il corso con un istruttore.



- Il libro (essenziale) "Il metodo Couè" di Emile Couè edito dalla Mediterranee, che vi insegna le basi imprescindibili dell'autosuggestione e della programmazione del subconscio meglio di qualunque corso e libro new age, next age, etc. Couè è stato un pioniere nell'arte di guarire il corpo con la mente e molte delle sue intuizioni vengono oggi dimostrate dalle scoperte dei ricercatori della nuova era (P.S. Josè Silva ha attinto a piene mani dal lavoro di Couè).



b) Per contattare le strutture superiori della coscienza , le cosiddette guide o spiriti guida e per capire di cosa si tratta veramente:



- Il corso sui Maestri Invisibili, o il metodo Silva (nell'ultima giornata vi insegnano a parlare con i cosiddetti consiglieri che sono esattamente i Maestri Invisibili). Esiste anche un DVD di Igor Sibaldi con l'intero corso edito da Anima Edizioni, ma pur essendo un ottimo prodotto e contenendo l'intera sequenza di esercizi può non essere così semplice riuscirci da soli. Nei corsi di Alfa Dinamica il gruppo è essenziale a tirar su momentaneamente l'energia psichica e consentirvi di fare quello che da soli senza un'adeguata pratica difficilmente riuscite a fare. Tuttavia il gruppo non è indispensabile (in nessuna attività psichica o spirituale) e anzi spesso diventa un impedimento.



- Il libro di Carl Gustasv Jung "Ricordi, Sogni, Riflessioni", per leggere la vita di quello che considero uno dei più grandi sciamani in incognito di tutti i tempi, e per vedere come anche un insospettabile come Jung avesse dei contatti molto intensi con i suoi spiriti guida (e iniziare quindi a convincersi che non è una cosa tanto strana da fare giornalmente...)



c) Per la gestione del corpo emozionale e la centratura:



- Il rilascio emozionale come spiegato nei miei corsi e nel manuale di rilascio. Esso non è che una mia versione della più famosa Release Technique di Lester Levenson anche conosciuto come Sedona Method, purtroppo assolutamente sconosciuto in Italia e parecchio alterato nella sua moderna versione americana. L'unico modo per attingere alle sue radici originali è leggervi (in inglese) i testi e l'autobiografia di Lester Levenson e provare a cercare qualcosa su internet riguardo al metodo. Dopo qualche anno di ricerca ho potuto appurare quanto il 'metodo' centrale di Lester sia più o meno lo stesso tipo di pratica insegnata da Ramana Maharsi, il Self Inquiriy o l'WHO AM I (chi sono io?) . Larghe tracce di questo approccio lo potete trovare nella serie di libri 'Discorsi con Ramana Maharshi' che trovate in qualunque libreria anche online.



- Cercate e studiate i libri sul Focusing di Eugene Gendlin, è molto simile al rilascio anche se parte da basi psicologiche.



- Eckart Tolle, Il potere di adesso e Come mettere in pratica il potere di adesso: quelli che ritengo ancor oggi i migliori libri esistenti in italiano sulla pratica della presenza e della centratura, due testi essenziali ai quali torno e faccio riferimento di continuo. Niente è meglio di Tolle per portarvi a coscienza dell'inconscio e dei suoi perversi meccanismi egoici.



d) Per l'uso cosciente delle energie e il lavoro con i corpi sottili:



- Il libro La guarigione Psichica di Yogi Ramacharaka:

Le basi del prana, della sua gestione e del suo ruolo nello sviluppo psichico e nel trattamento dei sintomi, libro minuscolo, molto concentrato e molto, molto completo:

http://www.amazon.it/La-guarigione-psichica-Yogi-Ramacharaka/dp/8887944032/ref=sr_1_1?ie=UTF8&qid=1404890021&sr=8-1&keywords=guarigione+psichica



- Il libro Quantum Touch di Richard Gordon:

Un modo potente di lavorare con la struttura fisica attraverso l'imposizione delle mani e una delle poche tecniche sicure che io conosca. Negli anni non ha mai smesso di stupirmi e darmi infinite soddisfazioni.

http://www.amazon.it/guarisce-respirazione-imposizione-focalizzazione-dellenergia/dp/8880938444/ref=sr_1_1?ie=UTF8&qid=1404889691&sr=8-1&keywords=quantum+touch



- Guarire con il sistema corpo-specchio di Martin Brofman

Il metodo Brofman per lavorare con la guarigione psichica e il corpo astrale su vari livelli. Un libro eccezionale perché insegna il ruolo della coscienza nella malattia e nella guarigione.

http://www.amazon.it/Guarire-sistema-specchio-Martin-Brofman/dp/8850200749/ref=sr_1_sc_1?ie=UTF8&qid=1404889893&sr=8-1-spell&keywords=guarire+con+il+sistena+corpo+specchio



- Le tue mani possono guarirti di Stephen Co:

Il miglior manuale esistente in italiano sul Pranic Healing di base, con moltissimi approfondimenti oltre che sulla tecnica, anche sul discorso (essenziale) della coltivazione di un buon livello di energia personale.

http://www.libreriauniversitaria.it/tue-mani-possono-guarirti-rimedi/libro/9788875170158?a=360025&utm_source=kelkoo&utm_medium=cpc&utm_term=9788875170158&utm_campaign=libri&from=kelkoo



Le sole e uniche pratiche energetiche che mi sento ad oggi di sostenere e di consigliarvi di apprendere in un corso dal vivo sono il Pranic Healing di Master Choa Kok Sui, il Quantum Touch di Richard Gordon e il sistema Corpo Specchio di Martin Brofman. Di tutte quelle che ho provato su me stesso e sugli altri sono le uniche che mi hanno dato risultati costanti nel tempo e regolarmente verificabili. Se vi dedicate a una disciplina energetica siete tenuti a dotarvi di una pratica personale e il mio consiglio è di studiare e praticare il Qigong o il Tai Chi, oppure i Cinque Tibetani come spiegati sul libro di Peter Kelder (lasciate stare tutti gli altri tibetani e tutti i surrogati di altri autori che annacquano e disperdono la pratica originale arricchendola arbitrariamente di cose che c'entrano poco con l'intento originale degli esercizi).



- Il libro Guarisci te stesso di Josè Silva e Robert Stone

L'unico manuale che io conosca in italiano dove trovate la maggior parte delle tecniche del metodo Silva. Non è come frequentare un corso dal vivo ed è spiegato in maniera molto diversa rispetto al corso dal vivo, ma è comunque un buon manuale tecnico con spiegazioni molto puntuali e utili :

http://www.amazon.it/Guarisci-te-stesso-Jos%C3%A9-Silva/dp/8834405498/ref=sr_1_2?ie=UTF8&qid=1404890104&sr=8-2&keywords=guarisci+te+stesso





e) per la pulizia del subconscio e per imparare la visualizzazione, per creare forme pensiero potenti:



- Il libro Il Miglior Modo di Pensare: Il potere del pensiero dinamico di Henry Thomas Hamblin, edito da Bis, che vi dà una serie di esercizi e un programma di diverse settimane per riprogrammare il subconscio.



- Le pratiche di rilascio emozionale presenti nel file apposito sul gruppo Facebook e spiegate nella conferenza del 31 luglio e in quasi tutte le conferenze che tengo.



- La pratica dell'Ho'oponopono, ma esclusivamente come insegnata dal dottor Hew Len. Diffidate di qualsiasi altro insegnante di Ho'oponopono che non venga da quella parte in quanto molti stanno contaminando l'essenza della pratica di Ho'oponopono con innesti new age, di legge d'attrazione, EFT e altre cose che a mio parere non c'entrano nulla, e non fanno che complicare e annacquare un insegnamento cristallino e potente quando appreso nella sua forma più pura. Gli unici libri dai quali si può avere un barlume di idea di cosa Ho'oponopono realmente sia sono i libri Zero Limits e i libri di Mabel Katz (anche il video della Macrolibrarsi è ottimo) e attraverso i seminari dal vivo.



- La pratica della presenza come descritta nei libri di Eckart Tolle: Il potere di adesso e Come mettere in pratica il potere di adesso.



- Gli esercizi del metodo Silva, e in generale tutti i processi di alfadinamica (quindi anche I Maestri Invisibili di Igor Sibaldi).



- Gli esercizi di Rudolf Steiner che trovate nel mio gruppo Facebook e ovunque su internet, sono una delle pratiche più semplici e consistenti che io conosca.



- Gli esercizi di "Un corso in miracoli".



- La meditazione Vipassana.



f) Sulla gestione e creazione della realtà:



- Neville Goddard - Libera il tuo potere interiore - ed. Bis



- William Walker Atkinson \ Yogi Ramacharaka (che sono la stessa persona) - L'energia mentale, il segreto della magia ed. Venexia



- Florence Scovel Shinn - Il gioco della vita; Il potere della parola ed. Armenia



- Tutti i libri di Vadim Zeland, tranne Transurfing Vivo.



Libri potenti per ricevere ispirazione\guida\poteri mentali e quant'altro:



(resta ben inteso che i poteri mentali non sono da ricercare per mera curiosità o acquisizione di potere, e che anche se non li cercate direttamente vi vengono dati come risultato della vostra crescita interiore quindi è per me un argomento di serie B)



- Un Corso in Miracoli (solo quando vi sentite chiamati dal corso però, prima è difficile che vi 'parli').



- No Time For Karma di Paxton Robey ed. Spazio Interiore.



- Illusioni di Richard Bach.



- Come aprire il terzo occhio di Harald Wessbecher ed. Macroedizioni.



- Guarisci te stesso (il metodo Silva) di Josè Silva e Robert B. Stone ed. Armenia.



- La scienza segreta dietro i miracoli di Max Freedom Long (presente fra i documenti del gruppo).



- Come dominare il mondo dal tuo divano, di Laura Day ed. Macroedizioni.



- Shakti Gawain: Il potere della visualizzazione creativa.



- Don Miguel Ruiz, I quattro accordi ed. il punto d'incontro.



- Carol S. Pearson Risvegliare l'eroe dentro di noi.



- Francesca Borghi 'Crea il tuo futuro', 'Amplia i tuoi orizzonti' (due manuali di visualizzazione molto ben scritti a mio parere) Ed. Xenia



- La via dell'artista di Julia Cameron ed. Longanesi (meraviglioso).



- Dan Millman, La via del guerriero di pace e in generale tutti i libri di Dan Millman.



- Tutti i libri di William Walker Atkinson, Yogi Ramacharaka, Theron Q. Dumont e i tre iniziati (che sono la stessa persona sotto diversi pseudonimi) sono molto caldamente consigliati.



Anche se sono argomenti che mi interessano e conosco ancora molto poco, se volete fare un salto nell'esoterismo e nella magia le uniche cose che ho testato e di cui mi fido abbastanza sono le opere di Franz Bardon e tutto ciò che potere reperire di Stylianos Atteshlis. Di quest'ultimo in particolare mi sento di segnalarvi 'insegnamenti esoterici' e la 'pratica esoterica'. Due libri che da soli valgono più di centinaia di testi più famosi e blasonati in quanto a pratiche e saggezza contenuta.



Buono studio e buona pratica.



10/08/14

La decisione, il più importante strumento della coscienza

La decisione è il più importante strumento della coscienza. Il karma si può cambiare solo ed unicamente con una decisione. Decido di pensare altri pensieri, decido di essere un'altra persona rispetto a quella che sono stata finora, decido di essere pace piuttosto che rabbia, rancore, risentimento e recriminazione. Decido di non cadere nelle stesse trappole con le stesse persone, anche se quelle trappole sembrano essere altamente seduttive. Semplicemente decido. Non c'è tecnica che possa insegnarti la decisione, la volontà. Puoi solo fare o non fare come diceva giustamente il maestro Yoda. Quando qualcuno mi chiede "come posso perdonare quella persona che mi ha fatto così tanto male? Che mi ha tradita, umiliata, mi ha sottratto ciò che avevo, come posso perdonarla e rilasciare questa emozione?" La mia risposta è sempre la stessa, da anni. Devi solo decidere di farlo. E se ti dici che certe volte non si può proprio perché quello che ti ha fatto è troppo doloroso, è solo Ego. E se ti dici che ci sono alcune persone che non puoi includere nel tuo rilascio è sempre Ego. E se dici "lo farò quando sarò più sereno" è sempre e solo Ego. E se non decidi di andare verso la pace è solo perché preferisci qualcos'altro... la rabbia, il risentimento, il rancore, l'avere ragione, il credere di essere una vittima. E per spostarti da questo stato allo stato 'liberato' l'unica cosa che devi fare è decidere di muoverti in quello stato e rilasciare tutto ciò che non è quello stato. E se credi di non poter essere felice, qui ed ora, è solo perché non hai deciso di esserlo. Se pensi di non poter essere realizzato a causa di tuo padre, del tuo o della tua ex, di tua madre, della crisi nazionale, dei politici, delle forze oscure, degli alieni o di qualsiasi altra cosa, è solo che stai decidendo di pensarla così. E il pensiero tenderà a materializzarsi. Ma puoi decidere di mettere un altro pensiero nella tua testa, un pensiero che dice: sono felice a prescindere da quello che accadrà intorno a me. Così facendo metterai i semi della tua imperturbabilità. Darai origine ai tuoi primi atti di potere, che cominciano anch'essi, come tutto il resto, da una decisione.




Buone vacanze!