15/01/11

Avere potere

Dalle e-mail che ho ricevuto ultimamente esce fuori un fatto abbastanza importante, sicuramente troppo importante per poter essere trascurato, e cioè che c'è molta più lamentosità tra i seguaci del movimento 'tu crei la tua realtà' di quanta ce n'è in altre sette e\o gruppi meno d'avanguardia. Molti si stanno lamentando che 'i principii non funzionano' oppure che 'quelli che vanno in giro a fare seminari sono concentrati troppo su sé stessi e vendono 'solo' la propria energia, ma non dicono niente di veramente utile. Alcuni cosidetti guru o maestri fumano, bevono, sono sovrappeso e non sono l'incarnazione ideale dell'avatar bello, tutto pace e amore, rassicurante e sereno che immaginavano. Una persona mi ha addirittura scritto, indignata, che se uno crea la sua realtà allora non dovrebbe affatto chiedere soldi agli altri perchè dovrebbe crearseli da solo i soldi no? ... questa è l'assurdità alla quale sto partecipando. Questa per me è una chiamata... è Ho'oponopono... e queste per me sono solo scuse per non crescere e non mettere in pratica i principii. Perchè lavorare su di sé fa fatica e paura, e trovare un colpevole esterno a sé stessi fa sempre comodo, specie se troviamo altri con cui condividere le nostre rabbie. Altre lamentele che ho ricevuto\rilevato sono state:
non riesco a cambiare la mia vita, non riesco a fare soldi con la legge di attrazione, tutti ne parlano ma nessuno la dimostra, sono tutte boiate, ma come si fa con la crisi... etc.
Questo post sarà di conseguenza un po' duro perchè spero di togliere a chi mi ha scritto tutte le perlplessità e i dubbi. Innanzitutto bisognerebbe precisare una cosa: se la vostra spiritualità non è pratica e non vi porta ad avere più potere e più controllo sulle vostre vite (ma anzi a volte vi ha reso più molli e vi ha creato più problemi) allora c'è qualcosa da rivedere. Essere amore non vuol dire essere molli e non vuol dire perdonare tutto e tutti senza chiarimenti o discussioni... non significa passare sopra ad ogni cosa perchè tutto è amore. Essere amore significa ancora agire e se serve combattere, ma nella centratura. Seconda precisazione: non può esistere un 'risultato' conseguito nella realtà visibile senza una solida DISCIPLINA INTERIORE, perchè dovete cambiare milioni di tendenze subconscie, non recitare solo una preghierina ogni tanto. A questo dovrebbe servire la pratica di cui costantemente parlo. Fare un qualcosa ogni giorno, un rito o una pratica energetica, o una meditazione o un mantra, renderlo un atto sacro e farlo tutti i giorni è solo il minimo indispensabile per iniziare ad alterare la propria realtà. Poi c'è tutto il resto delle ore della giornata da consacrare alla disciplina interiore e questo molti non lo stanno facendo (e sono sempre gli stessi che si lamentano). Se non lo fate, tutti i giorni, per mesi, e anni, e non lo fate seguendo certi principii, non potete dire di aver provato ad alterare la vostra realtà. Lo stesso vale per la fede. Non potete dire di aver avuto fede piena in qualcosa che poi non è avvenuto se non avete lavorato sulla neutralizzazione del dubbio e delle paure. Non potete dirlo se avete continuato a parlare male di tutti e ad incazzarvi con il vostro vicino\genitore\coniuge\datore di lavoro perchè la vostra vibrazione di media non ha coinciso col vostro intento di fede. Non potete parlare di fede se continuate a dare la colpa all'esterno dei vostri problemi. Questo deve esssere chiaro. Dio non è un cameriere né lo sono gli Angeli e gli Arcangeli che lavorano alla realizzazione delle sue\nostre volontà... da noi si esige soltanto che siamo amore (totale presenza, totale accettazione, assenza di giudizio) e solo essendo amore potranno arrivare (con i tempi giusti) le realizzazioni. Per accumulare potere dovete lavorare su di voi con la disciplina e la concentrazione che si ascrivono a un samurai, ma questo potete farlo solo se capite che non c'è nulla di più importante, perchè il fuori è proiezione diretta del dentro. E, per favore, evitate il più possibile le 'scorciatoie'. Non esistono scorciatoie che non siano progressiva liberazione dei propri limiti e non esistono attivazioni o pratiche che 'altri' possono svolgere in nostra vece o supplire con presunte attivazioni. Mandate al diavolo chi vi promette miracoli istantanei e vi chiede migliaia di euro per improbabili iniziazioni e riattivazioni di misteriosi strati di dna. Smettete di lamentarvi e dare la colpa ad altri delle vostre sfighe. Dovete accumulare potere e non lo farete se continuate a lamentarvi della politica, a preoccuparvi delle scie chimiche e ad aver paura perchè i poli si spostano troppo velocemente e gli uccelli muoiono. E, per favore, curatevi dalla sindrome da workshop che sta diventando una vera e propria tossicodipendenza: non accumulate potere se continuate ad andare a seminari e leggere libri ma poi non fate gli esercizi e non vi impegnate a lavorare su voi stessi e sul vostro carattere (simpatie, antipatie, preferenze, limiti). Non cambiate la vostra vita se continuate a 'credere' nella cosiddetta 'legge di attrazione' ma poi non la mettete mai in pratica e se fallendo una volta vi arrendete... dovete provare non una ma milioni di  volte una per ogni pensiero negativo che avete avuto... dovete farne la ragione unica della vostra vita. Dovete scommettere sui principii. Non cambierete la vostra vita giudicando chi insegna, analizzandolo cercando di capire se è una persona con tutte le carte in regola, se è veramente illuminato o se sta solo facendo finta e guardando ogni suo minimo atteggiamento\errore\stortura... non giudicate... il solo fatto che quella persona si trovi dove è significa che ha più potere di voi. Il solo fatto che qualcuno pubblichi un libro, anche se è l'ennesimo libro sulla legge di attrazione e dice un mucchio di castronerie, significa che quella persona ha un po più potere di voi e che, sicuramente, quelle castronerie stanno aiutando qualcuno da qualche parte sul pianeta. Non parlate dei vostri progetti, 'immaginateli'. Sognate. Imparate a fare silenzio e a non avere opinioni mentre sognate. Imparate a non essere contro qualcuno ma ad accettare tutto e tutti nel loro spazio. Solo così inizierete ad accumulare potere.
Ultima nota: a qualcuno dà fastidio parlare di potere quando si parla di spiritualità perchè appunto trova l'accumulo di potere personale come poco spirituale e inversamente proporzionale al lavoro su di sè. A questo qualcuno io rispondo a) non ci si può dedicare alla spiritualità in modo sano ed equilibrato se non si hanno messe a posto tutte le altre aree della propria vita, o almeno una gran parte e b) lavorando sul distacco dal risultato e dall'ego ci vengono dati tutti gli strumenti necessari per continuare il lavoro e questo è secondo me il vero segreto del potere personale. Il potere non sta nella capacità di alterare la realtà (cosa che, dobbiamo imprarare a fare a un certo punto del nostro sviluppo) ma nello sviluppo della fede che ovunque io sia sono sempre al posto giusto, nel momento giusto per la mia crescita.

10 commenti:

  1. concordo a pieno, e posso testimoniare che se si mette in atto un buon lavoro su se stessi i frutti arrivano , certo non è semplice ma, fede, volontà, fantasia e amore spianano la strada. grazie andrè baci simona

    RispondiElimina
  2. ...sintesi perfetta....

    RispondiElimina
  3. Elianto - Thomas15 gennaio 2011 16:07

    Accidenti se hai postato tardi... Ma farà bene al mantenimento della tua disciplina interiore dormire in orari come questi? ;)

    Ovviamente scherzo.

    http://it.wikipedia.org/wiki/Namastè
    ...Davvero un bel saluto.

    Namastè, anche a te, allora!

    RispondiElimina
  4. Thomas: ho idea che l'orario cha appare non fosse l'orario effettivo...:)
    Namastè

    RispondiElimina
  5. Il punto è che tutti vogliono una cura per il sintomo non curarsi realmente.
    Il cambiamento genera crisi in chi vive nella paura :)
    All'amore niente è precluso, niente teme e tutto vive.
    Un abbraccio
    Pam

    RispondiElimina
  6. spesso per molti è molto più facile chiacchierare, disquisire, criticare, rimuginare e ...poi delegare a qualcun altro la propria esistenza per i milioni di motivi che ci si danno per non vivere un qui e ora come unico e irripetibile nucleo di potere dell'essere. Ogni tanto una bella botta che fa male... fa molto bene riceverla per rendersi conto che il tempo “comunque” vola, che si sia pronti e soddisfatti oppure no. E' sempre una nostra scelta. Grazie Andrea.
    Silvia

    RispondiElimina
  7. esauriente direi
    Namastè fratello

    Andrea

    RispondiElimina
  8. Sapevi che sta pagina prima o poi l'avrei aperta fratè... Fantastico :)

    RispondiElimina
  9. senza potere personale qualora si volesse aiutare qualcuno, il pianeta ecc.. non lo si può fare, potere personale non è solo l'agire più fisico, ma anche il concepire un'idea, avere potere personale significa cominciare a vedere ciò che prima era impossibile come possibile, per fare questo è necessario capire bene cos'è l'ego, l'ego non va martoriato, non è necessario astenerci dal piacere, dal sesso, bisogna anzi goderne del mondo ma avendo ben chiaro l'intento aldilà di qualsiasi azione o legame, l'ego è una descrizione, un guerriero per accumulare potere va fuori la sua descrizione, ho sperimentato personalmente le sottili manifestazioni del potere personale, anche andando fuori di poco alla mia descrizione. Bisogna capire, è urgente capirlo, che potere non equivale a "malvagio" e "grande", a te che leggi e ti ritrovi nella descrizione che sto per fare o in una analoga, dico: se per esempio è nelle tue descrizioni alzarti la mattina e accendere il pc, potrebbe sembrarti una stronzata se la mattina seguente invece di accendere il pc, la prima cosa che fai è affacciarti alla finestra e respirare, immagino non ci vedi potere personale, sbagliato! ogni non-fare, ogni atto che va fuori la descrizione dell'ego è un vero e proprio atto di potere se deciso e messo in azione. La mente estranea farà di tutto per mantenere la sua descrizione, vi dirà che è senza senso, che non serve e che è stupido, ma voi fatelo lo stesso. spero di essere stato d'aiuto. Ciao a tutti.

    RispondiElimina
  10. Chiarissimo.
    E non posso che essere pienamente d'accordo.
    Grazie.

    RispondiElimina